Quali sono le patologie della colonna vertebrale più diffuse

Quali sono le patologie della colonna vertebrale più diffuse

Aprile 14, 2022 Off Di expodigitale

Molte persone soffrono in uno modo o nell’altro di disturbi localizzati in parti specifiche della colonna vertebrale. È una delle cause di assenza dal lavoro più diffuse e soprattutto quella che sembra assorbire le spese maggiori sia in termini di diagnosi che di terapie.

Nella maggior parte dei casi questi sono causati da contratture muscolari che generano veri e propri spasmi, provocando dolori di diversa intensità e possono limitare persino i movimenti, costringendo chi ne soffre a rimanere immobile.

Gioverebbe, quindi, capire quali sono le patologie più diffuse legate alla colonna vertebrale e come si compongono le varie parti della colonna portante dello scheletro.

Diverse topologie di disturbi legati alla colonna vertebrale

Coccigodinia

Partendo dal basso, si può individuare subito il dolore al coccige, meglio conosciuto come coccigodinia. Riguarda la parte terminale della colonna vertebrale che vede fuse tra loro le ultime 3-5 unità, ad eccezione del primo segmento.

Le cause del dolore al coccige possono essere le più disparate, soprattutto tra le donne che, a quanto pare, rappresentano la categoria che più ne soffre.

Queste sono riconducibili, ad esempio, al parto e alla gravidanza, ad una lussazione causata magari da una caduta o un’infiammazione cronica, legata a posture corrette o sovrappeso.

Diagnosticarlo è molto semplice, basta effettuare una risonanza magnetica o una visita tramite digitopressione per individuare il punto esatto da cui si origina il dolore acuto.

Sciatalgia

Direttamente connessa al dolore al coccige potrebbe verificarsi anche l’infiammazione del nervo sciatico che parte proprio dalle ultime vertebre della colonna vertebrale e attraversa tutta la gamba, passando per il gluteo.

Generalmente è caratterizzato da un dolore pungente e lancinante, causato dalla pressione esercitata su questo nervo da un indebolimento della colonna vertebrale o un’ernia discale.

Può verificarsi in seguito a un comune movimento che lo sollecita in modo particolare, come alzarsi dalla sedia o rialzarsi dopo essersi abbassati a prendere un oggetto da terra.

Scoliosi

La scoliosi è caratterizzata da un incurvamento della colonna vertebrale, in alcuni specifici punti. Nella maggior parte dei casi è causata da postura sbagliata, ma potrebbe essere anche causata da malattie genetiche o differenze nella lunghezza degli arti.

Può provocare, soprattutto se importante, gravi disturbi e dolori abbastanza acuti che spaziano dal mal di schiena, al dolore intrascapolare, fino a quello cervicale.

Cervicalgia

Come intuibile dal termine stesso, la cervicalgia riguarda la zona della cervicale. Può essere causato da diversi fattori, innanzitutto legati a una deformazione delle vertebre cervicali, derivante da una postura errata.

La presenza di un’ernia, un colpo d’aria sono alla base di un irrigidimento muscolare che può generare dolori acuti e costringere a tenere il collo immobile per diverso tempo.

Torcicollo

Il torcicollo è un particolare tipo di cervicalgia, causata da dolore intenso e improvviso.

Questo coinvolge, generalmente, i muscoli del collo, come il trapezio o lo sternocleidomastoideo, il muscolo verticale al lato del collo.

Può essere causato da un’esposizione a un improvviso sbalzo termico, ma anche ad un movimento brusco che genera uno strappo muscolare o una contrattura prolungata dei muscoli, dovuti alla postura.