Portabici per auto: come scegliere il modello più adatto

Portabici per auto: come scegliere il modello più adatto

Marzo 9, 2021 Off Di expodigitale

Al giorno d’oggi, ci sono tantissime persone appassionate di bici e del mondo delle due ruote, a cui piace anche prendere la macchina e andare alla ricerca di percorsi alternativi da esplorare. Quindi, bici in spalla, ecco che tante persone partono all’avventura e devono di conseguenza dotarsi di apposite barre per portare le biciclette con sé.

In tutti questi casi, di conseguenza, è fondamentale affidarsi a dei prodotti come i portabici per auto, che rappresentano una soluzione estremamente efficace per portare con sé anche in vacanza le proprie bici, in modo sicuro, ma soprattutto senza particolari ingombri.

Sul web ci sono diverse piattaforme che tornano decisamente utili per trovare dei portabici da tetto e capire come orientarsi tra i vari modelli che sono presenti in commercio. Spesso, infatti, si tende a trattare con superficialità questo aspetto e a scegliere dei prodotti che, in seguito, non si rivelano adeguati a soddisfare alla perfezione le proprie esigenze.

Quali caratteristiche devono avere i portabici?

Ciascun portabici presenta delle peculiarità differenti e, come avviene per l’acquisto di ogni altro prodotto, sono i dettagli a fare la differenza. Uno dei suggerimenti migliori da seguire è senz’altro quello di informarsi in maniera accurata e precisa, in maniera tale da scegliere il portabici più adatto alle proprie esigenze e, soprattutto, chiaramente, in relazione alle caratteristiche della propria auto.

Le principali verifiche che dovranno essere fatte, quindi, saranno le seguenti. In primo luogo, è necessario controllare la compatibilità tra l’auto e il portabici: giusto per fare un esempio, la cosa migliore da fare è quella di non comprare un portabici da gancio traino se l’intenzione è quella di sfruttare il portabici solo ed esclusivamente nel corso delle vacanze.

Un altro elemento molto importante da tenere in considerazione è il quantitativo di bici che si possono trasportare. Un altro esempio: nel caso in cui abbiate diverse bici in famiglia, la cosa migliore da fare è quella di comprare un portabici che sia in grado di trasportare tutte le bici della famiglia. Inoltre, è fondamentale verificare anche la portata del portabici, che chiaramente cambia se la bici ha un peso di oltre 20 chilogrammi, oppure se si tratta di una bici da corsa realizzata in materiali estremamente leggeri.

Tra gli altri controlli da portare a termine troviamo il tipo di ancoraggio della bici. Qualora doveste avere una bici realizzata in carbonio, con un telaio estremamente innovativo, allora la cosa migliore da fare è quella di evitare di comprare un portabici che presenti un ancoraggio al telaio che non abbia una specifica e adatta protezione.

Altrettanto importante anche tenere d’occhio la dimensione delle canaline portaruota, che deve essere valutata in relazione alla dimensione delle gomme della bicicletta. È chiaro che se avete a disposizione una fat bike, non serve a nulla acquistare delle canaline caratterizzate da una larghezza pari a 1 centimetro. Accertatevi che ci sia anche un sistema di sicurezza adatto, come ad esempio un lucchetto o una chiave per fare in modo che la bici rimanga bloccata e ancorata al portabici.

Sono essenzialmente tre le tipologie del portabici per auto, ovvero i portabici da tetto, i portabici posteriore e i portabici per gancio traino. Comparare vantaggi e svantaggi di ciascuno di questi modelli è molto importante per prendere una decisione seria e corretta sul portabici da acquistare. I portabici da tetto, tra le altre cose, non comportano alcun ingombro longitudinale, così come garantiscono una visuale posteriore completa, anche se in alcuni casi non è così pratico ancorare la bici, in modo particolare qualora l’auto sia particolarmente alta. È chiaro che si deve scegliere sempre un prodotto che sia molto facile e rapido da montare.