Parent training, cos’è la consulenza genitoriale

Parent training, cos’è la consulenza genitoriale

Luglio 12, 2021 Off Di expodigitale

La consulenza genitoriale rappresenta una soluzione efficace quando le famiglie si trovano ad affrontare situazioni di conflitto con i figli o quando essi manifestano situazioni di disagio emotivo. Il parent training è un intervento risolutivo in molte situazioni in cui è necessario affrontare i disagi dell’età evolutiva. Cerchiamo di capire di cosa si tratta e quali benefici può apportare nello sviluppo del bambino e dell’adolescente.

Cos’è la consulenza genitoriale e quando serve

Quando si parla di parent training o di consulenza genitoriale si fa riferimento al percorso di affiancamento ai genitori che si rivolgono ad uno psicologo terapeuta, esperto in età evolutiva, per essere sostenuti nel loro ruolo educativo ed affettivo e risolvere situazioni di disagio del loro figlio.

I motivi che spingono i genitori a cercare il supporto psicologico per i figli, nascono da situazioni che destano in loro preoccupazione e che sono in genere legate a manifestazioni di stati di ansia, attacchi di panico o disturbi ossessivo-compulsivi per esempio. Le casistiche che portano un genitore a chiedere un aiuto esterno possono essere molto ampie e legate anche alla gestione della sfera emotiva, della socialità oppure all’insorgere di problemi psicosomatici.

In queste situazioni i genitori vivono con preoccupazione e allo stesso tempo, con un senso di impotenza la relazione con il figlio. Volendo cercare di risolvere il problema in prima battuta i genitori cercano di attuare strategie ed interventi mirati che elaborano in modo autonomo o su consiglio di amici, educatori o di libri. In alcuni casi gli interventi messi in campo dal genitore per risolvere la situazione in modo autonomo non sono efficaci, ciò può generare una frustrazione ancora maggiore ed alimentare una sorta di circolo vizioso.

In questi casi i genitori cercano aiuto e per farlo si rivolgono ad un terapeuta specializzato in psicologia dell’età evolutiva, come la Dott.ssa Giannoni, psicologa a Firenze. Il terapeuta segue e supporta i genitori con l’obiettivo di aumentare le loro competenze educative e di sostenerli nel ruolo genitoriale. Le modalità di intervento dello psicologo sono modulate e concordate con i genitori e si realizzano anche attraverso un approccio mediato, che non lo coinvolga direttamente nel percorso di affiancamento con lo psicologo. La consulenza genitoriale può sostituire la terapia del figlio, ma anche affiancarla o precederla.

Come avviene la consulenza genitoriale

Lo psicologo ed i genitori concordano un appuntamento iniziale durante il quale espongono le problematiche e le motivazioni che li hanno spinti a rivolgersi al terapeuta, è un primo incontro conoscitivo che serve ad entrambi per entrare in sintonia e per pianificare i passi successivi.

Il terapeuta guida i genitori nella comprensione delle dinamiche relazionali con i figli e di come esse siano influenzate dall’interpretazione della realtà e degli avvenimenti. Lo psicologo spiega quali sono i meccanismi che portano l’individuo ad interpretare gli avvenimenti in un certo modo e come questa visione sia influenzata dall’esperienza personale, rivela e rende più chiaro il dialogo interiore che si svolge sia nel figlio che nel genitore. La comprensione dei pensieri e delle convinzioni disfunzionali è il presupposto per l’attuazione di strategie volte a correggerli.

Il percorso si realizza attraverso la riflessione su singoli avvenimenti e sulla loro rielaborazione e comprensione e sulla possibilità di adottare diversi stili educativi. Durante gli incontri vengono analizzate anche le abitudini comunicative e come è possibile attuare modelli e strategie di comunicazione efficace.

L’obiettivo della consulenza genitoriale è quella di attivare ed incrementare le competenze dei genitori, di risolvere dinamiche distorte e di sostituirle con relazioni funzionali, i conflitti diventano occasione di confronto ed opportunità di crescita perché vengono affrontati e superati in modo adeguato e positivo.

La consulenza genitoriale è un intervento risolutivo che aumenta l’autostima dei genitori, a cui fornisce strumenti interpretativi e conoscenze. I genitori si sentono più competenti ed efficaci nel ruolo genitoriale, capaci di intervenire positivamente nella gestione dei conflitti e delle dinamiche familiari con un effetto positivo nell’affettività tra genitori e figli.