Finanza: conviene investire in materie prime nel 2021?

Finanza: conviene investire in materie prime nel 2021?

Maggio 20, 2021 Off Di expodigitale

Soprattutto nel 2021, a seguito della crisi economica mondiale causata dalla grave pandemia da coronavirus, sono molti i piccoli e grandi risparmiatori italiani che si stanno domandando quali siano gli investimenti finanziari più sicuri.

Non tutti gli strumenti finanziari sono uguali infatti, ed alcuni tendono ad essere più soggetti alle variazioni di mercato, il fattore della volatilità può giocare un ruolo cruciale, dunque, durante questo anno solare.

Storicamente le materie prime, o commodities, tra cui troviamo metalli preziosi come l’oro e i diamanti, il petrolio o i gas naturali, ma anche caffè o zucchero, sono considerate investimenti piuttosto sicuri.

Pensiamo all’oro, ad esempio, il bene rifugio per antonomasia che, contro ogni pronostico, ha mantenuto il suo valore anche durante la crisi. O il petrolio, costantemente richiesto sul mercato e dunque una delle materie prime più importanti su cui investire.

Tuttavia, anche per investire in materie prime come queste, è necessario valutare tutti i fattori che potrebbero incidere sul loro prezzo e restare aggiornati sui cambiamenti del mercato per valutare, tra le altre cose, il momento migliore per investire.

Per leggere preziosi approfondimenti su oro, petrolio e sul mondo dell’economia a 360 gradi basterà consultare, cliccandoci sopra, le notizie di finanza su economia24news.com, uno dei più autorevoli e completi siti di settore.

Vediamo, dunque, perché le commodities sono considerate un buon investimento finanziario.

Perché investire in materie prime

Le materie prime, come accennato in precedenza, sono spesso beni necessari nella vita quotidiana delle persone oltre che essenziali per il mondo industriale, come nel caso del petrolio grezzo, per fare un esempio.

Per questo motivo la domanda è sempre alta sul mercato e le oscillazioni di prezzo sporadiche. Il petrolio, nonostante la frenata dovuta al lockdown, che ha coinvolto tutto il mondo, è già tornato sopra il suo prezzo medio per barile.

Inoltre, nei mercati finanziari, molti investitori usano le materie prime per diversificare il loro portafoglio e ridurre i rischi che correrebbero puntando esclusivamente su altri asset come, ad esempio, le azioni.

Ma vediamo, nello specifico, come investire su una delle principali materie prime: l’oro.

Come investire in oro

Il metallo giallo è una delle principali materie prime su cui investire ed è possibile farlo sia comprandolo fisicamente, sia investendo su questo nei mercati finanziari.

Secondo le leggi europee ogni cittadino può comprare e vendere oro, ma qualora si ottenga un guadagno rivendendolo, fattura d’acquisto alla mano, il ricavo sarà tassato del 26%. Le principali modalità di investimento in oro fisico sono:

  • gioielli: gran parte dell’oro prodotto nel mondo è destinato ai gioielli e pur non essendo la forma più redditizia di investimento, permette di guadagnare molto sul valore sottostante del metallo
  • lingotti: esistono di diverse dimensioni e sono accompagnati da un numero di serie e da un certificato che ne attesta la purezza e il peso, solitamente vengono messi in banca ed essendo poco liquidi non sono indicati ai piccoli risparmiatori
  • monete: sono considerate un ottimo investimento perché solitamente ci sono buone percentuali di guadagno sul valore sottostante dell’oro

Nei mercati finanziari invece è possibile investire in oro attraverso diversi strumenti tra cui:

  • ETF: sono fondi comuni di investimento e vengono considerati il modo più semplice per negoziare l’oro
  • azioni: attuare la compravendita di azioni di società minerarie permette di ridurre i rischi legati al mercato dell’oro
  • futures: sono contratti attraverso cui si negozia un prodotto, l’oro in questo caso, per una quantità e in una data stabilita in precedenza. Sono uno strumento più adatto ad investitori esperti in quanto maggiormente complessi

Anche nel 2021, dunque, l’oro e le altre materie prime si confermano un ottimo investimento finanziario.