Durante il lockdown calano ma non troppo i furti in abitazione

Durante il lockdown calano ma non troppo i furti in abitazione

Gennaio 22, 2021 Off Di expodigitale

Antifurti sempre più tecnologici

Il tema della sicurezza è sempre più sentito, sia per chi abita nei grandi centri urbani, sia per chi abita nei paesi della provincia e per chi vive in case isolate.

Un ambito che ha stimolato l’interesse per la realizzazione di sistemi antifurto sempre più efficienti e sicuri e che si è potuto avvalere dei nuovi sviluppi della tecnologia e di dispositivi di sicurezza di ultima generazione.

Ai sistemi antifurto, infatti, oggi è richiesto, oltre a una ovvia protezione, la possibilità di un controllo in tempo reale, in modo da poter monitorare e supervisionare le aree da controllare ogni volta che si vuole e ovunque ci si trovi, ovvero in perfetta simultaneità rispetto a ciò che accade realmente nella propria abitazione, in modo da sventare e anche scoraggiare più facilmente furti e intrusioni e proteggere così la propria casa, i propri beni e i propri cari anche quando si è lontani.

Oggi i migliori impianti antifurto utilizzano una tecnologia wireless, sono gestibili via App, utilizzano una rete wifi a doppia, tripla o anche quadrupla frequenza, in modo tale da garantire una sempre più alta affidabilità per mezzo di una trasmissione dati attraverso molteplici protocolli di criptazione, adottando tecnologie innovative che impediscono il disturbo, l’oscuramento e la protezione dei segnali radio.

Ciò influisce notevolmente sulla loro efficacia e sulla possibilità di essere sempre connessi tramite i propri dispositivi con il proprio impianto, in modo da avere ogni informazione in tempo reale e interfacciare il sistema di allarme anche con le centrali operative di questura o istituti di vigilanza.

Sono inoltre espandibili, ovvero possono adattarsi alle diverse esigenze di sicurezza, con l’implementazione di videocamere di sorveglianza o altri sistemi di rilevazione e di allarme.

Altra caratteristica dei sistemi antifurto più innovativi, la possibilità di una facile installazione fai da te per mezzo di kit antifurto che consentono di risparmiare sui costi di installazione e di consulenza, utilizzabili sia in spazi interni sia in spazi esterni, come quelli proposti da https://antifurto.pro/.

 

I furti in abitazione durante la pandemia

Come evidenziato dal report sulla delittuosità in Italia elaborato dal Servizio Analisi Criminale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza Direzione Centrale della Polizia Criminale, https://www.interno.gov.it/sites/default/files/2020-07/2020-07-03_elaborato_delittuosita_scenario_covid_gennaio_maggio.pdf nel nostro Paese le limitazioni sugli spostamenti che si sono dovute adottare a seguito dell’emergenza Covid 19 hanno influito anche sui furti in abitazione, diminuiti sensibilmente nei primi mesi del 2020 rispetto al 2019, soprattutto in quelle regioni che per prime hanno adottato misure di limitazione negli spostamenti. Nello specifico, lo studio ha rilevato una riduzione del 43,8% dei furti in abitazione (440022 tra gennaio e maggio 2019 e 247265 tra gennaio e maggio 2020), soprattutto nel periodo tra marzo e aprile, per poi subire un incremento nel mese di maggio.

La Lombardia, per esempio, pur rimanendo la regione che conta il più alto numero di reati, ha registrato una notevole flessione di diversi reati, compresi i furti.

Ciò non toglie che il fenomeno dei furti in abitazione continui a interessare moltissime famiglie ogni anno, considerando poi che, superati i primi mesi di lockdown, purtroppo i numeri hanno di nuovo ripreso a salire.