Differenza tra termostufe e stufe a pellet

Differenza tra termostufe e stufe a pellet

Aprile 2, 2021 Off Di expodigitale

Gli impianti di riscaldamento a pellet sono efficienti, sono sicuri e, tra l’altro, garantiscono pure una facile reperibilità della materia prima. Pur tuttavia, le caratteristiche della casa, e degli ambienti domestici, rappresentano sempre un fattore fondamentale nella scelta, per esempio, di stufe oppure di termostufe a pellet.

Stufa o termostufa a pellet? I pro, i contro ed i punti in comune

Nel dettaglio, per scegliere tra la stufa e la termostufa a pellet ci sono dei pro e dei contro, ma anche dei fattori che sono in comune. In particolare, le stufe e le termostufe a pellet sono entrambe incentivate dal Conto Termico, sono poco ingombranti, si abbinano facilmente agli arredi circostanti ed esigono di operazioni di pulizia giornaliera.

Questi, in estrema sintesi, sono i punti in comune di una stufa e di una termostufa a pellet, ma ci sono pure delle differenze che sono sostanziali. Visto che le termostufe per l’installazione necessitano di un impianto rispetto alle stufe a pellet con le quali, pur tuttavia, a sua volta non è possibile produrre acqua calda sanitaria.

Così come la stufa a pellet è un classico sistema di riscaldamento ad aria rispetto alla termostufa che, invece, grazie alla cessione del calore all’acqua permette di riscaldare gli ambienti domestici, per esempio con i termosifoni, in maniera sempre uniforme ed omogenea.

Quando conviene acquistare una stufa a pellet

Per quanto detto, tra gli impianti di riscaldamento la scelta di una stufa a pellet è ottimale quando le dimensioni degli ambienti domestici sono ridotti, ed anche quando non è già presente un impianto, per esempio, a termosifoni. E questo perché il calore generato dalla stufa a pellet è basato per irraggiamento e per convezione. Per il trasporto dell’aria in zone lontane dalla stufa, infatti, il calore prodotto può essere in ogni caso convogliato attraverso delle canalizzazioni che sono a gestione indipendente.

La scelta di una stufa a pellet, rispetto alla termostufa, è inoltre ottimale non solo quando la casa è piccola, ma anche quando questa offre un buon isolamento termico. E questo perché il calore prodotto da una stufa alimentata a pellet si percepisce subito, ma si disperde nell’aria sempre con la stessa velocità con cui questo si propaga. E quindi, se l’immobile non ha un buon isolamento termico, è chiaro che le dispersioni di calore saranno elevate.

Così come la stufa a pellet non è una scelta ottimale quando la casa, anche se piccola, è divisa in due piani con una scala a vista. In tal caso, infatti, lontano dalla termostufa accesa la presenza di sbalzi termici sarà inevitabile.

E quando invece la termostufa a pellet è un impianto di riscaldamento ottimale

In maniera diametralmente opposta, rispetto alla stufa, la termostufa alimentata a pellet è perfetta per il riscaldamento di case grandi dove è già presente un impianto. In più, oltre che ad acqua molte termostufe a pellet hanno pure delle ventole di areazione nella parte superiore. E quindi in questo caso l’ambiente circostante potrà essere riscaldato pure per convezione.