Come modernizzare l’azienda grazie al revamping

Come modernizzare l’azienda grazie al revamping

Novembre 25, 2021 Off Di expodigitale

Nella maggior parte dei casi, i macchinari rappresentano parte del capitale fisso aziendale. Proprio per questo motivo, è necessario sottoporli a un monitoraggio costante e al tempo stesso provvedere alla loro manutenzione, in modo tale che possano essere assicurati i più elevati standard di efficienza per i diversi processi produttivi. Tuttavia nel 2021 forse tutto questo non basta per rimanere al passo con i competitor e, soprattutto, con i tempi: in molti casi si può rendere necessario il revamping degli impianti, una procedura che può garantire benefici importanti alle aziende.

Cos’è il revamping?

Quando si parla di revamping si fa riferimento all’insieme di processi che si rendono indispensabili per prolungare il ciclo di vita di uno o più macchinari: si tratta, in altre parole, di incrementare la produzione senza che questo comporti la sostituzione degli impianti. Il revamping, quindi, è un intervento specifico che comporta il rifacimento e la ristrutturazione degli impianti, di qualunque livello di complessità, in modo che nel contesto del processo produttivo il loro ciclo di vita possa essere allungato. Entrando nei particolari, con un intervento di revamping il fulcro tecnologico di un macchinario industriale viene sostituito e aggiornato, grazie a soluzioni avanzate e moderne per mezzo delle quali l’impianto diventa più efficiente e soprattutto vede aumentare la propria qualità, anche se la struttura di partenza rimane inalterata.

A che cosa serve il revamping

Lo scopo del revamping è quello di garantire il ripristino dei processi tecnologici più datati: al loro posto vengono adottate soluzioni moderne in virtù delle quali l’impianto comincia una vita produttiva nuova. Le conseguenze positive che ne scaturiscono sono molteplici, non solo dal punto di vista di un aumento della produttività, ma anche in termini di sicurezza. Un altro vantaggio da non sottovalutare, poi, è quello relativo al risparmio energetico. Insomma, per effetto del revamping industriale da un lato si riducono i costi di produzione, e dall’altro lato si interviene sulla linea al fine di aumentare il livello della sua flessibilità produttiva e innalzare i suoi standard di qualità.

Perché scegliere il revamping industriale

Tra i buoni motivi per i quali vale la pena di affidarsi al revamping industriale rientrano sicuramente anche ragioni di carattere economico. Nella maggior parte dei casi, infatti, effettuare il ripristino degli impianti industriali già esistenti comporta una spesa inferiore a quella che sarebbe necessario sostenere se si attuasse un progetto nuovo al 100%. Il risultato finale è comunque eccellente e l’impianto migliora le proprie performance.

I benefici offerti dal ripristino degli impianti

Come si vede, non è necessario sostituire gli impianti per avere la possibilità di incrementare la produzione. Modernizzare i macchinari assicura una grande varietà di benefici, a seconda degli scopi che ci si propone di raggiungere: per esempio, nel caso di un impianto fotovoltaico si può avere la necessità di ottenere un livello di potenza più elevato, e così si procede alla sostituzione dell’inverter con un modello recente e più performante senza sostituire l’intero impianto. Il progresso tecnologico consente di migliorare in modo costante il livello di efficienza garantito dai macchinari nei contesti industriali più diversi, e l’ottimizzazione della produzione si traduce in vantaggi di carattere economico ma anche pratico, specialmente sul piano della sicurezza dei lavoratori.

Un impianto più giovane

Quello del revamping non è solo un restyling: al contrario, rappresenta una soluzione ideale per ringiovanire il software e l’hardware, agendo in modo particolare sui componenti elettromeccanici, anche al fine di rendere più sicuro l’ambiente di lavoro. Gli interventi possono essere effettuati sulle strutture e sulle parti meccaniche degli impianti; non di rado, poi, possono essere introdotti automatismi nuovi e sistemi di controllo elettronico moderni. Anche i magazzini manuali e semi-automatici possono essere sottoposti a revamping diventando più automatizzati.

Aggiornamento tecnologico: risparmio e ottimizzazione

Le varie soluzioni di ammodernamento che possono essere predisposte nel contesto di un intervento di revamping non hanno alcun impatto sulla produzione, che non viene ostacolata né intralciata. Allungare il ciclo di vita degli impianti è una necessità da cui non si può prescindere, visto che già dopo dieci anni (in media) l’efficienza dei dispositivi elettronici inizia a calare in modo significativo. Peraltro, c’è da tenere conto del fatto che le probabilità di blocco con il passare del tempo crescono in maniera proporzionale al livello di complessità del sistema. Il revamping, allora, serve a rinnovare, ed eventualmente può prevedere l’introduzione di nuove funzionalità, o la modifica di quelle esistenti, in modo che il sistema possa essere adattato – per esempio – al controllo numerico o comunque a tutte le altre necessità produttive moderne. In più, in questo modo si trova una soluzione a un annoso problema, quello dei ricambi impossibili da trovare.