Come comportarsi in caso di incidente stradale: 5 consigli

Come comportarsi in caso di incidente stradale: 5 consigli

Maggio 18, 2021 Off Di expodigitale

Come comportarsi in caso di incidente stradale? Sono tantissime le persone che si pongono questa domanda. Si auspica di non trovarsi mai in una situazione come quella inquadrata dall’interrogativo ma, come ben si sa, tutto nella vita può succedere. Ecco perché, nel momento in cui ci si trova coinvolti in un sinistro, è bene essere consapevoli delle linee guida di comportamento da seguire.

Quali sono? Nelle prossime righe, abbiamo elencato 5 consigli che è bene mettere in atto in caso di incidente.

Mantenere la calma

Può sembrare una raccomandazione banale, ma se ci si ferma a riflettere non lo è così tanto. Sono infatti tantissime le persone che, anche in situazioni dove il traffico non è ingente, hanno paura al solo pensiero di mettersi al volante. Un incidente può peggiorare drasticamente questa situazione. Ecco perché, nel caso in cui ci si dovesse trovare coinvolti in un sinistro, è fondamentale razionalizzare la situazione e rimanere sempre presenti a sé stessi. In ogni caso, non bisogna mai dimenticarsi che l’aiuto di uno psicologo può rivelarsi prezioso.

Non spostare i veicoli in caso di danni a cose o persone

Può capitare, purtroppo, che un incidente in macchina provochi danni, anche non seri, a cose o persone. In tali frangenti, è fondamentale evitare assolutamente di spostare i veicoli che sono rimasti coinvolti nel sinistro.

Non creare problemi al fluire del traffico

Per fortuna, esistono anche situazioni in cui gli incidenti stradali sono di lieve entità. Quando ci si accorge che non sono sopravvenuti danni importanti a edifici, altre vetture o persone, è opportuno premurarsi di non creare problemi al flusso del traffico. Questo implica, in concreto, il fatto di spostare i veicoli coinvolti nell’incidente. Trascurare questo atto può rivelarsi costoso. Un intralcio alla circolazione, infatti, può comportare una multa, con una sanzione pecuniaria superiore ai 100 euro.

Contattare tempestivamente l’assicurazione

Nel momento in cui si rimane coinvolti in un incidente stradale, è opportuno contattare tempestivamente l’assicurazione. La legge dà la possibilità di presentare la denuncia alla compagnia entro tre giorni dalla data dell’incidente. A meno di non trovarsi fisicamente impossibilitati a farlo sul momento, è opportuno sbrigare questa incombenza burocratica il prima possibile.

La concitazione – e in molti casi la carica emotiva – possono portare a mettere in secondo piano un punto che, invece, riveste un’importanza capitale dal punto di vista legale.

Un consiglio da non dimenticare in generale è quello di avere il numero dell’assicurazione e quello del soccorso stradale più vicino – per chi si trova a Roma, soccorso stradale Cavaliere è uno dei migliori riferimenti – memorizzati sul cellulare.

Come comportarsi in caso di incidente stradale all’estero

Fino ad ora, abbiamo messo in primo piano consigli dedicati a chi rimane coinvolto in un incidente stradale in Italia. Cosa fare, invece, nei casi in cui la circostanza dovesse verificarsi all’estero? Come comportarsi? A tal proposito, bisogna prendere come riferimento la direttiva europea.

Quest’ultima, obbliga le compagnie assicurative alla nomina, in ogni Paese dello Spazio Economico Europeo, di un mandatario per l’assicurazione dei sinistri (l’unica eccezione a questa regola riguarda lo Stato in cui la società ha la sua sede legale). Al suddetto rappresentante è possibile chiedere il risarcimento nell’eventualità in cui si dovesse rimanere coinvolti in un incidente stradale nel territorio di un Paese che risponde al Sistema Carta Verde.

Per poter chiedere il risarcimento, è necessario che l’incidente all’estero sia provocato da un veicolo con immatricolazione e assicurazione facente entrambe riferimento alla compagnia di uno Stato situato all’interno dello Spazio Economico Europeo.