Accreditamento laboratori ISO 17025, vantaggi e requisiti

Accreditamento laboratori ISO 17025, vantaggi e requisiti

Febbraio 24, 2021 Off Di expodigitale

Entrata in vigore il 25 gennaio 2018, la revisione della norma di Accreditamento laboratori ISO 17025 che specifica i requisiti necessari per la competenza dei laboratori di prova e taratura. Alla competenza si aggiunge anche il requisito di imparzialità, fondamentale per il regolare e coerente funzionamento dei laboratori.

Tale norma è basata su un sistema di gestione qualità riconosciuto a livello internazionale: in Italia, tale sistema viene auditato annualmente, per il rilascio dell’accreditamento, dall’ente italiano Accredia. I requisiti della norma di accreditamento per i laboratori prove introducono la definizione di laboratorio inteso come organismo che svolge attività di testing (prova), calibration (taratura) o campionamento (sampling) abbinato a test e taratura.

A livello commerciale, un laboratorio accreditato può provvedere alle richieste di aziende, organismi di certificazione ed organi di controllo ufficiali per il rispetto delle norme sulla sicurezza alimentare dei prodotti (HACCP) e per gli impatti sull’ambiente.

In altre parole, le prove eseguite da un laboratorio con accreditamento ISO 17025 hanno validità legale. Stesso dicasi per i laboratori che effettuano prove metrologiche su vari strumenti (di pesatura, misuratori PH, termometri, ecc.): le prove dei laboratori sono essenziali per attestare la conformità alle normative delle strumentazioni. E la veracità dei parametri che vengono misurati con tali strumentazioni.

La norma ISO 17025 è orientata alla trasparenza verso il cliente. Si può integrare con altri standard di certificazione internazionale più diffusi, quali le norme di certificazione ambiente, ISO 14001, qualità, ISO 9001, salute e sicurezza sul lavoro ISO 45001 e sicurezza dati, ISO 27001.

Accreditamento laboratori ISO 17025: vantaggi

Un’organizzazione che ottiene l’Accreditamento per i laboratori secondo la norma ISO 17025 viene iscritta nella banca dati Accredia e può inserire la propria realtà negli elenchi regionali. In questo modo, si distinguerà dai concorrenti non accreditati, la sua competenza come struttura sarà valorizzata ed avrà la possibilità di operare in molti settori.

Le prove fornite dal laboratorio accreditato sono riconosciute a livello internazionale ed hanno validità legale in diversi ambiti:

  • sicurezza alimentare (HACCP, HARPC, FDA, Bollo CE, Shelf Life) anche per gli standard internazionali (BRC IFS ISO/FSSC 22000 GLOBAL SQF);
  • taratura degli strumenti e test effettuati sui materiali;
  • rilascio autorizzazione e monitoraggio ambientale.

Grazie a questo accreditamento i laboratori potranno evidenziare i punti deboli e i punti di forza allo scopo di migliorare costantemente l’attività. Potranno anche velocizzare i servizi di qualifica e beneficiare di maggiori punteggi nei bandi e nelle gare di affidamento.

ISO 17025: requisiti tecnici

Lo standard di accreditamento ISO/IEC 17025 ingloba i requisiti della  norma di certificazione per i sistemi di gestione qualità ISO 9001 (soddisfa gli stessi requisiti) e pone particolare attenzione alla definizione del contesto, delle parti interessate e delle loro aspettative ed all’analisi del rischio Oltre che hai requisiti specifici per i laboratori prova. Definendo requisiti tecnici e gestionali.

I requisiti tecnici si possono riassumere come segue:

  • l’area di lavoro deve essere in grado di ospitare le apparecchiature necessarie per lo svolgimento dell’attività;
  • i metodi applicati devono essere validati e idonei;
  • gli apparecchi impiegati devono essere conformi alle specifiche previste dalla prova. Devono essere sottoposte a manutenzione e taratura periodica;
  • bisogna conservare le registrazioni relative alle apparecchiature (manutenzioni, tarature, ecc.);
  • i risultati delle analisi eseguite in laboratorio devono risultare su Rapporti di prova, mentre i risultati della taratura su Certificati di taratura;
  • le condizioni ambientali come temperatura e umidità in cui si svolgono le attività devono essere costantemente monitorate in quanto possono influenzare i risultati;
  • le procedure di campionamento, ricezione/conservazione, gestione e trasporto dei campioni devono essere definite;
  • va garantita la riferibilità metrologica delle misure e tarature ai campioni nazionali ed internazionali del sistema SI delle unità di misura;
  • la qualità dei dati relativi a test e tarature deve essere assicurata.

ISO 17025: requisiti gestionali

I requisiti gestionali previsti per l’Accreditamento laboratori ISO 17025 stabiliscono:

  • riesame degli obiettivi riferiti al sistema di gestione;
  • adeguata preparazione, qualifica, formazione, competenza tecnica, abilità, esperienza ed imparzialità del personale chiamato a svolgere l’attività e ad utilizzare le apparecchiature attraverso un costante aggiornamento;
  • competenze, responsabilità, procedure di gestione ed istruzioni operative contenute nel Manuale della Qualità;
  • specifiche procedure riguardo all’acquisto, ricezione, immagazzinamento, conservazione e tracciatura interna di reagenti e materiale di consumo;
  • miglioramento costante dell’attività del laboratorio mediante il supporto di audit ed analisi dei dati con eventuali azioni preventive o correttive, se necessario.

E’ fondamentale per la crescita di una struttura di analisi il raggiungimento dell’accreditamento secondo la norma ISO 17025. Perché permette non solo uno spunto commerciale importante. Ma valorizza la competenza di tutte le risorse. Umane e tecniche.

Diventando un valore ed una tutela nei confronti dei clienti e dei consumatori. Fornendo risultati tracciabili e certi nel tempo. Aprendo anche la struttura a collaborazioni con catene di grande distribuzione, enti locali, aziende di consulenza e organismi per i controlli ufficiali.