Qual è la differenza tra Spotify Free e Spotify Premium?

Qual è la differenza tra Spotify Free e Spotify Premium?

Gennaio 18, 2021 Off Di expodigitale

Sei in cerca della differenza tra Spotify e Spotify Premium? La crescita di quest’applicazione di musica in streaming è sempre più veloce. Viene utilizzata con gran piacere da tutti i possessori di un telefono cellulare, ma anche da coloro che trascorrono parte del loro tempo al computer.

Ma per quale motivo dovresti comprare un abbonamento annuale di Spotify quando anche la versione free ti consente di ascoltare la tua musica preferita? A risponderci sono gli esperti di Supercellulari, grazie al quale hanno sottolineato tutte le differenze tra il piano gratuito e quello a pagamento.

Siamo anche convinti che oltre alla differenza tecnica dei due abbonamenti, pagare 9,99 euro al mese per rimborsare gli artisti che ogni giorno producono contenuti di qualità sia un gesto giusto, basti pensare che fino a pochi anni fà per ascoltare un cd di un singolo artista la spesa media era di 15 euro, quindi Spotify è sicuramente conveniente.

La differenza tra Spotify e Spotify Premium in una tabella

La differenza tra Spotify e Spotify Premium è sostanziale se ascoltiamo musica per diverse ore al giorno, non stiamo parlando della classica web radio infarcita di pubblicità che passa 3-4 canzoni ogni ora. Ecco una tabella per farti comprendere quali funzionalità potrai ottenere acquistando i piani a pagamento.

Spotify Premium Individual Spotify Premium Duo Spotify Premium Family Spotify Premium Student
– Ascolta la musica senza interruzioni pubblicitarie – 2 Account Premium per una coppia che vive insieme – 6 account Premium per i membri della famiglia che vivono insieme – Sconto speciale per studenti idonei iscritti all’università (4,99€ al mese)
– Ascolta la musica anche offline, senza limiti di tempo e né luoghi – Duo Mix: una playlist per due persone, regolarmente aggiornata con i brani preferiti da entrambi – Family Mix: una playlist per la tua famiglia, regolarmente aggiornata con la musica che piace a tutti – Ascolta la musica senza pubblicità
– Riproduzione on-demand – Musica senza pubblicità, riproduzione offline e on demand – Blocca i brani espliciti – Ascolta la musica quando e dove vuoi, anche offline
– Musica senza pubblicità, riproduzione offline e on demand – Riproduzione on-demand

 

Il piano free però, comprende altre limitazioni di cui spesso la gente non è a conoscenza. Ad esempio una riduzione della qualità audio. Il formato con cui si riproducono i brani in musica streaming su Spotify è OGG Vorbis, che consentono l’ascolto a 160 kbps per il desktop e mobile, importante se pensiamo ad utilizzare spotify per riprodurre la musica nel nostro locale o in un ambito professionale.

Al contrario della trasmissione sugli account Premium, che passa a 320 kbps su desktop e mobile. Il piano gratuito inoltre, nega tutto ciò che consentono di fare i piani per chiunque sottoscriva un abbonamento.

Le differenze tra Spotify Premium e Free convincono?

Se siete degli anni 90, avrete sicuramente letto questo articolo con un sorriso venendo da anni di musica scaricata da emule, ma Le limitazioni di Spotify Free sono evidenti. Se con un abbonamento Premium puoi scegliere il tuo brano da ascoltare, rimuovere gli annunci pubblicitari, riprodurre le canzoni in offline e soddisfare il tuo udito con una qualità audio estrema, tutto ciò ti sarà impossibile con un account gratuito.

Il nostro suggerimento, è di investire su un abbonamento mensile o annuale di Spotify e dividerlo con i tuoi familiari per avere un ottimo servizio a prezzo contenuto, si può anche dividere con qualche amico/a che voglia avere a prezzo contenuto un servizio veramente ottimo.

Ora ti sono chiare tutte le differenze tra Spotify Premium e Free? Facci sapere nei commenti cosa ne pensi e qualche account utilizzi normalmente