Padova è la città da visitare dopo il lockdown, ecco perchè

Padova è la città da visitare dopo il lockdown, ecco perchè

Febbraio 13, 2021 Off Di expodigitale

Se la cosa che ti è mancata di più in questo periodo di pandemia, tra aperture e chiusure dovute al lockdown, è viaggiare, sappi che c’è una città perfetta per essere visitata quando tutto questo sarà finito: Padova. Ora ti spieghiamo perché.

Perché visitare Padova dopo il lockdown

Padova, dopo i lunghi di mesi di lockdown, finalmente intravede la luce in fondo al tunnel, decidendo di riaprire musei e collezioni. Se stai pensando a quale sarà il tuo prossimo viaggio, ti consiglio vivamente di fare un pensierino per un weekend in questa bellissima città (se può esserti utile ti consigliamo il sito www.visitarepadova.it per interessanti spunti e consigli su questa fantastica città).

La città è sicura, e ti permette di avere tutto a portata di mano. Non essendo enorme, la puoi visitare comodamente a piedi o in bicicletta, evitando di prendere i mezzi pubblici o ritrovarti in punti troppo affollati. Inoltre, è perfetta sia per chi viaggia in coppia sia per chi ha bimbi a seguito.

Una mostra da non perdere

C’è una mostra in particolare da non perdere in questo nuovo anno, post lockdown: quella di Van Gogh, I colori della vita. Doveva tenersi nel 2020 ma a causa della pandemia è stata rinviata a marzo 2021. Un viaggio interiore nella vita e nelle opere del famoso artista, che vuole ricostruire il suo intero percorso, comprese alcune vicende insolite. Un totale di 78 opere, tra disegni e quadri, ognuno appartenente ad un diversi periodo della vita del pittore.

Cosa vedere a Padova nel 2021

Padova offre sempre molto, in qualsiasi periodo dell’anno. Città famosa per la sua arte, la sua cultura ma anche per le sue specialità gastronomiche. Se fino ad un anno fa richiamava tantissimi turisti stranieri, ora è il momento giusto per scoprire questa perla del nostro paese, godendosela con tranquillità.

Cominciamo con il ricordarti le attrazioni più famose e visitate di padova:

  • La Cappella degli Scrovegni
  • La Basilica di Sant’Antonio
  • Il Palazzo della Regione
  • Piazza delle Erbe
  • Prato della Valle
  • Il Duomo e il Battistero

Queste sono le principali attrazioni, quelle che non puoi non vedere se vieni a Padova per la prima volta, tutte racchiuse nel centro cittadino, cuore della località e raggiungibili comodamente a piedi.

Cinque cose insolite da vedere a Padova

Se però vuoi scoprire il lato nascosto di questa città, ecco per te altre cinque attrazioni molto bene battute e conosciute, che ti porteranno sulle orme di Galileo Galilei, illustre personaggio che ha camminato su queste vie.

La prima tappa che ti consigliamo di fare è la Casa di Galileo, che si trova, appunto, in via Galileo Galilei. Si tratta di una delle tre più importanti abitazioni che lo scienziato ha avuto in città. Bella da vedere anche la seconda, Odeo Cornaro, che si trova in posizione adiacente alla prima e visitabile. L’esperienza è unica perché varcato il cancello si passa dalla città alla campagna, senza neanche accorgersene. Questo luogo è anche stato uno dei primi teatri rinascimentali, da cui prende il nome.

Al terzo posto abbiamo Via Rudena, dove puoi ammirare la vera Padova, quella non attraversata dai turisti ma solo da chi ci abita. Portici antichi, finestre colme di fiori e portoni in legno. Si tratta del lato più antico ed autentico della città, dove assaporare suoni e profumi tradizionali. Poco distante da Via Rudena c’è Via San Gregorio Barbarigo, la via degli artigiani. Qui potrai ammirare botteghe tipiche e anziani signori che lavorano qualsiasi tipo di materiale, a mano, come si faceva una volta. Un vero spettacolo.

Infine, c’è Ponte Gregorio Barbarigo, da cui potrai ammirare il canale artificiale che attraversa la città per poi scomparire nei sotterranei. Da qui puoi godere di una bellissima vista. Se senti un certo languorino, ti consiglio di fare una sosta all’Osteria l’Anfora di via Soncin. Qui sono soliti ritrovarsi gli artisti padovani. Un ambiente rustico e molto caratteristico dove gustare qualche tipico piatto veneto.

Le opere d’arte di Kenny Random

Un altro lato di Padova che in pochi conoscono è quello legato al mondo della street art. Negli anni sono tantissime le opere di arte urbana che sono comparse sui muri della città, ad opera di artisti provenienti da ogni parte del mondo. I graffiti più famosi sono, sicuramente, quelli di Kenny Random, considerato un po’ il Banksy italiano.

Puoi fare un vero e proprio tour, ammirando le opere realizzate all’interno del progetto “Super Walls, Biennale di Street Art”. Si tratta di disegni realizzati con pittura Airlite che mangia lo smog, rendendo l’aria più pulita. Nel 2021 si terrà la seconda edizione di questo progetto. Un’altra ottima ragione per visitare Padova dopo il lockdown.