Come organizzare al meglio le pulizie condominiali con l’aiuto di una ditta specializzata

Come organizzare al meglio le pulizie condominiali con l’aiuto di una ditta specializzata

Luglio 2, 2021 Off Di expodigitale

È vero: le pulizie all’interno di un condominio sono sempre motivo di scontri e litigi tra condomini.

Ognuno ha un’idea diversa di pulizia e mettere d’accordo tutti, soprattutto per quanto riguarda gli spazi comuni, è assai complicato per l’amministratore di condominio.

Il risultato finale sono lunghe riunioni condominiali al termine delle quali non si arriva mai ad una decisione condivisa e definitiva.

Oltre a visioni diverse gli scontri sono spesso dovuti al fatto che la legge di riferimento in materia, l’articolo 1117 del Codice Civile, lascia ampio spazio di manovra.

Spesso per tagliare la testa al toro si scegli di rivolgersi ad una ditta specializzata in pulizie condominiali oppure, in mancanza di budget, di rivolgersi ad una persona esterna o ancora di optare per il fai da te con turni di pulizia prestabiliti.

La ripartizione delle spese per la pulizia del condominio

Senza approfondire troppo gli aspetti normativi, cerchiamo di fare una panoramica veloce sulle norme da tenere a mente per una equa ripartizione delle spese.

Il primo regolamento da rispettare è quello condominiale: questo documento può essere modificato solo con voto unanime dei condomini.

In mancanza di regolamenti interni gli articoli da rispettare sono il numero 1123 e il numero 1124 del Codice Civile: secondo questa normativa le spese condominiali devono essere divise in base al valore della proprietà di ogni singolo condomino.

Anche in presenza di aree comuni le spese devono essere divise secondo quanto stabilito dall’articolo 1124.

Pregi e difetti della soluzione FAI DA TE

Si cerca spesso nei condomini di adottare soluzioni fai da te quando si parla di pulizie condominiali ma in pochi casi l’esito è positivo.

Scegliere questa strada vuol dire organizzare dei turni che tutti devono rispettare, vuol dire non criticare sempre il lavoro degli altri …

In pratica questo non avviene mai ed i problemi che ne derivano sono davvero tanti: persone che non rispettano il proprio turno, cortili e spazi comuni sporchi, continui litigi e dispetti e via dicendo..

Insomma, questa strada è davvero la peggiore!

Perché la maggior parte dei condomini scegli di affidarsi ad un’impresa specializzata in pulizia condominiali

È facile intuire perché questa sia la soluzione presa più di frequente quando si parla di pulizie condominiali: litigi e scontri vengono messi definitivamente a tacere!

Oltre a pace, tranquillità ad armonia l’impresa di pulizia condominiale offre altri vantaggi:

  • non essendoci turni da gestire non ci saranno lamentele e tutti pagheranno la parte che gli spetta;
  • maggiore tutela derivante dai vincoli contrattuali
  • un risultato finale di qualità ed un condominio sempre pulito e splendente.

Anche dopo numerose ricerche ed incontri conoscitivi ci si accorge che, in linea di massima, le imprese che si occupano di pulizie condominiali offrono lo stesso servizio con qualche “sfumatura” se andiamo a guardare i prodotti, le attrezzature ed i macchinari utilizzati.

Pulizie condominiali e fattore prezzo: ecco come muoversi

Come decidere dunque?

Quello che sposta l’ago della bilancia e fa esprimere una preferenza è ovviamente il prezzo finale.

Recenti indagini di mercato mostrano come la base di partenza sia di circa 15 euro più iva per i condomini di piccole dimensioni e in presenza di agenzie di piccolo – media entità.

Per un condominio grande e in presenza di un’impresa strutturata il costo sale e varia dunque p difficile dare un valore di partenza più o meno esatto.

L’ultimo aspetto che dovrebbe essere valutato e che incide sulla spesa finale è il costo associato alle pulizie straordinarie: ricordati sempre di chiedere informazioni precise in merito, ti aiuteranno ad evitare discussioni con l’agenzia stessa!