Come arredare con gusto una cucina piccola

Come arredare con gusto una cucina piccola

Settembre 25, 2021 Off Di expodigitale

La cucina è un ambiente della casa che, negli ultimi anni, ha acquisito una grande importanza. Maggiormente consapevoli dell’impatto che ha sulla salute quello che mangiamo, tra le mura della cucina passiamo più tempo e ci cimentiamo in piatti creativi, anche sulla scia del successo di alcuni programmi televisivi che vedono protagonista assoluto questo ambiente domestico.

Può capitare, in alcuni casi, che la sua estensione sia contenuta. In questi frangenti, è naturale vivere dei momenti di riflessione in cui ci si chiede come arredare con gusto. Nelle prossime righe, abbiamo raccolto per te alcune dritte in merito.

Cucina a scomparsa

La cucina a scomparsa è una soluzione che permette di conciliare al meglio ottimizzazione dello spazio e resa estetica. Quando la si chiama in causa, si può infatti parlare della scelta tra diverse finiture, in modo da trovarsi davanti, nel momento in cui non si sta ai fornelli, a una situazione in cui a dominare sono l’armonia e il gusto per il dettaglio.

Se si ha poco spazio a disposizione, accanto alla cucina a scomparsa si può posizionare il forno incassato – attenzione all’altezza se si hanno dei bambini in casa – così da avere tutto a portata di mano.

Sfrutta le altezze

Un consiglio tanto semplice quanto utile da considerare nel momento in cui si ha a che fare con l’arredamento di una cucina non troppo grande è il fatto di sfruttare le altezze. Pensili e mensole sono un punto di riferimento inossidabile per chi ha la necessità, in uno spazio della casa votato alla condivisione e alla creatività, di trovare la quadra tra gestione intelligente dello spazio e bellezza estetica.

Madia? Sì, grazie!

Chi ama l’arredamento sa bene che ci sono dei mobili che hanno attraversato la storia, venendo più volte rivisitati nelle linee e attualizzati. Uno di questi è la madia. Questo elemento d’arredo, che può essere caratterizzato dalla presenza sia di ante, sia di cassetti, rientra di diritto nel novero dei mobili multiuso e salvaspazio.

In una cucina piccola può essere considerata una valida sostituita della credenza della nonna – che spesso ha anche il contro di non essere propriamente al passo con i tempi per quanto riguarda l’estetica – e ha una duplice funzione. La si può infatti impiegare per ospitare piatti e stoviglie che non trovano posto nei pensili, per esempio il servizio buono, e metterci sopra un vaso di fiori o un soprammobile, in modo da dare all’ambiente quel tocco in più che non può che stupire gli ospiti.

Come illuminare

Il capitolo dell’illuminazione è basilare quando si parla di estetica della cucina piccola. Premettendo il fatto che il gusto personale rimane il faro principale a cui affidarsi, facciamo presente che esistono alcune regole di buonsenso che è utile seguire. Innanzitutto, è bene evitare di orientarsi verso il lampadario. A meno che non si tratti di un modello dalle linee estremamente minimal, il rischio è quello di appesantire lo spazio e di dare spazio a un elemento che, molto spesso, è tutto tranne che moderno.

In una cucina piccola, ambiente dove deve regnare il massimo del comfort, è bene valorizzare la luce naturale. Questo significa scegliere tende di colore chiaro e con un tessuto leggero – p.e. il lino – e, nei casi in cui la cosa è fattibile, valutare di non metterle proprio. Inoltre, quando il regolamento vigente a livello comunale lo consente, può essere utile valutare l’ampliamento dell’area della finestra.

Tornando agli elementi d’illuminazione, un doveroso cenno deve essere dedicato alle applique da parete, soluzioni che conciliano praticità, versatilità – permettono di illuminare in maniera mirata gli angoli dove si sta lavorando – ed essenzialità, effetto che, come abbiamo visto, è importante perseguire quando si ha a che fare con la cucina non troppo grande.