Smart Building Roadshow 2016

«Alla luce dei numeri prodotti dal Roadshow è senz’altro possibile affermare che oggi, rispetto a soli due mesi fa, c’è maggiore consapevolezza sugli argomenti affrontati e sui doveri e le opportunità connesse ai provvedimenti governativi in materia di infrastrutture tlc verticali. Direi che abbiamo centrato l’obiettivo principale che ci eravamo posti».

Luca Baldin, coordinatore Comitato Smart Building

Oltre 2000 professionisti hanno partecipato agli incontri di Bari, Roma, Ascoli Piceno e Milano. Quasi 700 sono stati i crediti erogati. Sono numeri importanti quelli prodotti dallo Smart Building Roadshow. Numeri che indicano quanto siano importanti i temi proposti, suscitando il reale interesse dei professionisti che a vario titolo gravitano attorno al mercato dell’edilizia e delle tlc.

Leggi il comunicato integrale

Hanno detto allo Smart Building Roadshow

Lo Smart Building, la sua fiera, le leggi e le norme, le responsabilità, le tecnologie, i progetti. I video integrali degli interventi alla tappa di Milano offrono una panoramica esaustiva di questa opportunità di mercato. Li pubblichiamo a beneficio di chi non ha avuto la possibilità di partecipare ad una delle quattro tappe del Roadshow, adempiendo alla nostra missione: diffondere e promuovere la cultura dell’edificio in rete.

Una opportunità chiamata smart building

Luca Baldin, coordinatore del Comitato Smart Building, traccia il bilancio dell’esperienza maturata con il Roadshow 2016.

Progettazione innovativa per l’edilizia innovativa

Donatella Proto, dirigente divisione II del MISE, spiega l’importanza della sinergia tra pubblico e privato secondo il principio di neutralità.

Le responsabilità nella progettazione dello smart building

Il notaio Luigi La Gioia spiega quali sono gli obblighi dei progettisti e dei costruttori nel rispetto delle nuove norme che regolano l’edificio in rete.

Leggi, norme e regolamenti dello smart building

Una guida sulle leggi, i decreti e le norme CEI relative alle installazioni relative alle comunicazioni elettroniche da parte di Claudio Pavan, presidente nazionale degli antennisti-elettronici di Confartigianato.

L’amministratore di condominio come tramite per lo smart building

Vittorio Fusco, presidente di Anapi, Associazione Nazionale Amministratori Professionisti di Immobili, auspica che venga a crearsi una forte sinergia tra i soggetti che compongono la filiera dello smart building.

Stimolare la domanda di immobili con la tecnologia

Pietro Adduci, business director di Tecma Solutions, indica nella capacità di valorizzare l’unità immobiliare in base alle esigenza del cliente acquirente e ricorrendo alla tecnologia uno stimolo per la ripresa del mercato.

Installatori e Tetti puliti

Guido Pesaro, responsabile razionale CNA Impianti, descrive ampiamente il progetto “Tetti puliti”, occasione preziosa per eseguire l’infrastrutturazione digitale degli edifici offrendo ai condomini la possibilità di positive ricadute economiche grazie all’equo compenso..

L’impianto multiservizio è fonte di reddito

Giuseppe Pugliese, amministratore delegato di FAIT, illustra le caratteristiche e le opportunità economiche, a cominciare dall’equo compenso, offerte dall’impianto multiservizio che permette di governare e gestire i servizi digitali che entrano in casa.

Smart building e contenuti

Mauro Valfredi di Sky indica nei contenuti il motore di sviluppo dello smart building e presenta il programma Sky Ready che certifica gli impianti nei condomini per la ricezione della pay TV.

La fibra ottica, istruzioni per l’uso

Luciano Bertinetti, responsabile della comunicazione del Gruppo TES e direttore commerciale di GFO Europe, si addentra nelle qualità prestazionali ed ecologiche della fibra ottica.

L’impianto multiservizio

Alfredo Ventrella, responsabile tecnico dell’azienda FAIT, approfondisce il tema dell’impianto multiservizio, tecnologia che permette di ricevere in casa tutti i segnali digitali, siano essi broadcast (televisione) o broadband (internet).

Open Sky, internet provider integrato

Walter Munarini, direttore generale di Open Sky, racconta l’evoluzione dell’azienda che ora integra la connessione internet via satellite con l’ADSL e la fibra ottica.

Strumenti per la progettazione di impianti d’antenna

Patrizia Nobili di Acca Software, azienda leader in Italia nel software per l’edilizia, descrive l’esperienza maturata nella realizzazione di un software specifico per la progettazione di impianti d’antenna.

Sistemi smart per ricevere la televisione

Emanuele Squizzato, responsabile marketing Fracarro Radioindustrie, presenta le soluzioni tecnologiche per impianti d’antenna.

Dove si è tenuto il Roadshow

La scelta delle città in cui si è tenuto lo Smart Building Roadshow è stata fatta considerando che le amministrazioni pubbliche o le associazioni di categoria locali hanno dimostrato particolare sensibilità nei confronti del tema dell’edificio in rete, avviando o stimolando con azioni specifiche progetti di riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico e privato.

Bari

2 febbraio

Scarica presentazioni

Roma

12 febbraio

Scarica presentazioni

Ascoli Piceno

4 marzo

Scarica presentazioni

Milano

31 marzo

Scarica presentazioni

2000 professionisti al Roadshow

I partecipanti in cifre

672 crediti formativi erogati a

Crediti erogati

I contenuti del Roadshow

  • Gli obiettivi di Horizon 2020 in materia di connettività a banda larga e la posta in gioco: l’integrazione delle reti orizzontali e di quelle verticali;
  • Il quadro normativo: L’art. 135bis della L. 164/2014 – Modi che al D.P.R. 380/2001 “Testo unico in materia edilizia” e la guida CEI;
  • Le responsabilità delle amministrazioni locali, dei costruttori, dei progettisti in materia di predisposizione alla ricezione a banda larga dei nuovi edifici e di quelli ristrutturati;
  • La progettazione e la gestione di impianto multiservizio ai sensi della legge;

 

  • Il ruolo dell’amministratore di condominio nella gestione dell’impianto;
  • Utilizzo del marchio volontario “Broadband ready” e sue ripercussioni sul mercato immobiliare;
  • Il progetto “Tetti puliti” di CNA: tra decoro dei centri storici e aggiornamento tecnologico;
  • Il Decreto Legislativo 33 e il diritto al condominio di ricevere un equo compenso se si tiene in manutenzione l’impianto multiservizio, equiparando i proprietari di immobili cablati a gestori di infrastrutture.

Con il patrocinio di

MISE
ANCI
Confartigianato
CNA
Anapi

Media partner

Sistemi Integrati
Edilio