Gli Elettrodomestici connessi: servono davvero?

Oggi la tecnologia è arrivata anche in cucina. Il tema principale di questi anni è la connessione, la connettività che è diventata anche una delle caratteristiche principali e più ricercate anche nelle auto e infine si è estesa anche agli elettrodomestici. La domanda è: gli elettrodomestici connessi servono davvero?

Cos’è la Connettività

Connettività è un termine parecchio ampio con il quale si intende il superamento dell’isolamento singolo per tendere al collegamento a distanza. Detto in questo modo si capisce che è un termine generico che racchiude in se tutto senza determinare, in realtà, nulla.

Nel campo automobilistico la connettività permette di poter avere musica, filmati a disposizione a scelta durante il viaggio ma anche la possibilità di mantenersi in contatto con chiunque attraverso i cosiddetti Social o anche avere la possibilità di attivare soccorsi in modo automatico in caso di incidente e ancora molto altro.

Relativamente agli elettrodomestici, a cosa serve che questi siano connessi? Tutti possiamo essere d’accordo sull’utilità di comandare a distanza, attraverso lo Smartphone l’accensione del riscaldamento o del condizionatore oppure delle luci di casa o delle tapparelle. Questa è la Domotica e l’utilità è intuitiva ed indiscutibile.

A cosa servono gli elettrodomestici connessi?

Certamente è meno facile immaginare l’utilità della connessione di un frigorifero o di un forno: Il frigorifero funziona a prescindere mantenendo il freddo sulla base dell’impostazione del termostato, non è molto utile poter comandare il termostato a distanza, dunque che senso ha avere un frigorifero connesso?

Un frigorifero intelligente oggi ti può dare indicazione del suo contenuto mentre sei al supermercato a fare la spesa, aiutandoti a non dimenticare l’acquisto di nessun cibo. Nello stesso tempo ti fornisce indicazione sulla scadenza degli alimenti che sono al suo interno, aiutandoti a evitare sprechi di cibo e di acquistare qualcosa che hai già e si avvia alla scadenza.

La prospettiva futura è quella di funzionare come un magazzino automatico, valutando le scorte di cibo e fornendo automaticamente una lista della spesa per ripristinare la presenza dei cibi all’interno. Il passo successivo è l’emanazione dell’ordine dei cibi da ripristinare rispetto a quanto previsto ci debba essere in modo che non devi nemmeno preoccuparti di andare a fare la spesa: questa ti arriva automaticamente a casa, ordinata dal frigorifero.

Il Forno connesso

Accendere e spegnere il forno tramite lo Smartphone è un’utilità relativa anche se arrivare a casa e trovare l’arrosto già cotto e caldo è sicuramente una cosa gradevole.

Il problema è: ti fidi del tempo che stimi per la cottura? E se arrivi a casa e scopri che hai sbagliato il tempo e l’arrosto si è trasformato in una massa carbonizzata? Credo che pochi saprebbero valutare alla perfezione il tempo di cottura per avere cibi cotti al forno in maniera perfetta, fidandosi della cottura determinata a distanza.

Il forno connesso ti permette soprattutto di seguire la cottura direttamente dallo Smartphone e avere in questo modo una cottura perfetta. I forni intelligenti sono in grado di eseguire la cottura di una ricetta pre impostata solo indicando la quantità di cibo da cuocere.

Alcuni forni connessi proiettano sul vetro della portina del forno le fasi di cottura facilitando notevolmente le operazioni di cottura dei cibi.

Altri elettrodomestici connessi

Anche i piani cottura possono essere connessi, attivando automaticamente la cappa nelle operazioni di cottura e modulando l’aspirazione in funzione di fumi e odori dispersi nell’aria.

Le lavatrici connesse possono dialogare con l’asciugatrice, impostando tempi e temperature in funzione della biancheria lavata per un risultato ottimale, altri elettrodomestici forniscono segnalazioni sullo Smartphone di anomalie di funzionamento e necessità di manutenzione o di riparazione di guasti.

Molte grandi marche stanno imboccando la strada della connessione degli elettrodomestici, il futuro nelle nostre case.

In Tech  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *