Che cos’è il glaucoma e come curarlo?

Che cos’è il glaucoma e come curarlo?

Agosto 14, 2019 0 Di expodigitale

Il glaucoma è una delle principali cause di cecità in tutto il mondo: si tratta di un gruppo di malattie oculari che portano alla progressiva degenerazione del nervo ottico. Questo a sua volta può portare alla perdita del tessuto nervoso che si traduce in una graduale e irreversibile perdita della vista e in una potenziale cecità se non diagnosticata e trattata precocemente.

La forma più comune di glaucoma è il glaucoma primario ad angolo aperto. Questa forma è associata ad un’elevata pressione causata da una riserva di liquido nell’occhio.

Le cause del glaucoma

La causa precisa del glaucoma è sconosciuta: il glaucoma è generalmente associato ad un aumento della pressione del fluido nell’occhio, tuttavia, il danno può verificarsi anche quando la pressione oculare è normale; in questo caso si parla, in effetti, di pressione normale o glaucoma a tensione normale. Alcune teorie indicano un insufficiente afflusso di sangue o una scarsa perfusione tra le cause principali del glaucoma.

Quanti tipi di glaucoma esistono?

  • Glaucoma primario ad angolo aperto – Questa è la forma più comune di glaucoma. L’occhio umano produce costantemente liquido all’interno delle pareti dell’occhio, chiamato liquido acquoso. Ma se troppo di questo fluido viene prodotto all’interno dell’occhio, o se il liquido non viene drenato correttamente, può esercitare una pressione sul nervo ottico. Una teoria su come questo potrebbe accadere è che il glaucoma si sviluppa quando il sistema di drenaggio dell’occhio diventa inefficiente nel tempo e, quando il nervo ottico è danneggiato, la quantità e la qualità delle informazioni inviate al cervello diminuisce e si verifica una perdita della vista. Di solito la visione periferica è colpita per prima, ed è seguita dalla visione centrale durante le fasi successive della malattia.
  • Glaucoma ad angolo chiuso – Questo tipo di glaucoma, noto come glaucoma ad angolo chiuso o glaucoma ad angolo stretto, non si verifica con la stessa frequenza del primo. Il glaucoma ad angolo chiuso si verifica quando l’angolo di drenaggio nell’occhio (formato dalla cornea e dall’iride) si chiude o si blocca. Con l’età, la lente nell’occhio diventa più grande, spingendo l’iride in avanti e restringendo lo spazio tra l’iride e la cornea. Quando quest’angolo si restringe, il liquido acquoso viene bloccato dall’uscita attraverso il sistema di drenaggio, con conseguente accumulo di liquido e aumento della pressione oculare. Il glaucoma ad angolo chiuso può essere cronico (progredire gradualmente) o acuto (apparire all’improvviso).
  • Glaucoma secondario – Questo tipo di glaucoma può verificarsi come risultato di una lesione, infezione o tumore all’interno o intorno all’occhio che causa l’aumento della pressione. Può anche essere il risultato di una varietà di condizioni mediche, farmaci e anomalie oculari. Raramente, la chirurgia oculare può essere associata a glaucoma secondario.
  • Glaucoma a tensione normale – In questa forma, la pressione oculare rimane all’interno della gamma “normale”, ma il nervo ottico è ancora danneggiato. Il motivo per cui ciò accade è sconosciuto.

Come viene trattato il glaucoma?

Di seguito, sono indicati i diversi sistemi per curare il glaucoma ed evitare le complicazioni:

  • Farmaci – Un certo numero di farmaci sono disponibili a trattare il glaucoma. Di solito, questi farmaci sono destinati a ridurre l’elevata pressione intraoculare.
  • Chirurgia – Tutte le procedure tentano di ridurre la pressione all’interno dell’occhio. L’intervento chirurgico può aiutare a ridurre la pressione quando i farmaci non sono sufficienti, ma non può invertire la perdita della vista.
  • Chirurgia laser – La trabeculoplastica laser aiuta a drenare il liquido dall’occhio. Un raggio laser viene utilizzato per stimolare la rete trabecolare (un’area di tessuto nell’occhio situata intorno alla base della cornea, vicino al corpo ciliare, responsabile del drenaggio dell’occhio) a lavorare in modo più efficiente al drenaggio dei fluidi. I risultati possono essere in qualche modo temporanei e può essere necessario ripetere la procedura.
  • Chirurgia convenzionale – Se i farmaci e la chirurgia laser non sono efficaci nel controllo della pressione oculare, può essere necessaria una procedura di filtraggio chiamata trabeculectomia. La microchirurgia filtrante comporta la creazione di un lembo di drenaggio, permettendo al liquido di percolare nel sistema vascolare e successivamente di drenare nel sistema vascolare.
  • Impianti di drenaggio – Un altro tipo di chirurgia, chiamata chirurgia di impianto di valvole di drenaggio, può essere appropriato per le persone con glaucoma incontrollato, glaucoma secondario o per i bambini con glaucoma. Un piccolo tubo di silicone viene inserito nell’occhio per aiutare a drenare il liquido acquoso.