Arredo sala da pranzo, le ultime tendenze

Arredo sala da pranzo, le ultime tendenze

Novembre 19, 2019 0 Di expodigitale

La sala da pranzo è il luogo conviviale per eccellenza in una casa, dove ci si ritrova per consumare i pasti in compagnia: come arredare questo ambiente in maniera perfetta e scegliere al meglio tavolo e sedute, magari sedie Bontempi abbinate a un tavolo moderno.

Stile e arredi sala da pranzo

La sala da pranzo è un ambiente domestico in cui, da sempre, la famiglia si riunisce per mangiare. A tavola, oltre che consumare cibo, si trascorre del tempo insieme. Purtroppo, sono sempre più rare le occasioni in cui si può stare con tutta la famiglia riunita, tanto che negli appartamenti moderni, non esiste neanche più questa stanza, sostituita da un tavolo tra la zona living e l’angolo cottura. Nelle case contemporanee, questo ambiente si sta trasformando in un ambiente con più funzioni e una miriade di interpretazioni di forma e stile. Possono diventare angolo ufficio, stanza da letto di fortuna, estensione della zona living: sono diverse le funzioni che possono acquisire, per questo occorre studiare bene l’arredo di questo ambiente.

Non si possono semplicemente acquistare sedie Bontempi e abbinarle a un tavolo a caso senza tenere conto dello stile, delle dimensioni e soprattutto se c’è altro mobilio o bisogna partire da zero. Per i fortunati che hanno la possibilità di separare la sala da pranzo dalla cucina, è l’occasione giusta per trasformarla in un ambiente curato e dedicato attraverso determinate scelte d’arredo, in modo da evidenziarne calore e accoglienza. Gli arredi della zona pranzo dovranno essere capaci di sposare gli stili già presenti nell’indoor, essere il più moderni possibile e non eccedere in formalità o pesantezza. Il rischio infatti è quello di caricare troppo l’ambiente, conferendo una sensazione claustrofobica poco piacevole.

Sala da pranzo di design

Arredare una sala da pranzo non è affatto facile, perché bisogna esulare dai gusti personali di stile e seguire delle linee guida allo scopo di consentire a rendere la stanza accogliente e ospitale per tutti. Il consiglio è quello di optare per la scelta di arredamento sospeso nel tempo, ovvero che non passano mai di moda, dotati di un determinato carisma tanto da resistere e dare carattere all’ambiente. Solo così sarà possibile abbinare mobili di stili diversi, più o meno legati a un’idea astratta piuttosto che a determinati modelli. Progettare questo spazio interno includendo armonia e dissonanza. Quest’ultima si ottiene calibrando elementi eterogenei allo scopo di arricchire lo spazio e renderlo stimolante e accogliente. Nella sala da pranzo sarà possibile anche giocare con il tavolo e le sedute, ad esempio combinando sedie diverse tra loro, o attraverso accostamenti cromatici, di materiali e di forme. Bisogna però fare attenzione a non esagerare, in quanto, oltre al living, questo  è un ambiente dedicato a luogo di incontro.

L’illuminazione è fondamentale: lo spazio dovrà avere luce, quindi luminoso e accogliente al punto giusto per interpretare il bisogno primario di centralità. Oltre alle fonti di luce, si dovranno curare anche i pavimenti mediante morbidi e caldi tappeti su cui muoversi all’occorrenza a piedi nudi. Molto importante il decoro della tavola, il vero cuore di tutta la sala da pranzo, con tovaglie e centrotavola che potranno seguire le stagionalità e le festività. È consigliabile, comunque, non eccedere coi fiori freschi nonostante possano ravvivare immediatamente l’ambiente, in quanto il profumo potrebbe infastidire i commensali e alterare il gusto delle pietanze servite a tavola.

Luce in sala, si mangia!

Oltre alle tendenze e agli stili adottati, senza la luce una sala da pranzo non è nulla. Il suggerimento è quello di calibrare attentamente le fonti di luce, anche con l’aiuto di un esperto di lighting design. Sopra il tavolo è obbligatorio collocare un lampadario per caratterizzare la zona e illuminare adeguatamente il piano stesso, senza però schiacciare lo spazio rendendolo troppo freddo e per nulla accogliente. Si può anche scegliere un lampadario particolare, l’importante che faccia luce adeguata e soprattutto che non sia tropo grande rispetto alla metratura della stanza.

Per delle sale da pranzo piccole, allo scopo di allargare l’ambiente e farlo diventare luminoso, è bene usare molti colori chiari, dal bianco a quelli neutri. Si può usare anche solo un colore, declinandolo dalla tonalità media fino ad arrivare a quella candida: questo metodo è molto usato per spezzare la monotonia e dare anche carattere. Un aiuto può darlo anche il tappeto, da posizionare sotto il tavolo, a patto che sia facilmente lavabile e di un materiale resistente.